Ehi! Non mi piace quello che scrivi!

Questo blog può contenere testi a tema DI SATIRA o di semplice CRITICA COSTRUTTIVA CON DELLE PROVE PALPABILI. Tutti quelli che hanno in bocca "diffamazione" possono stare fuori alla porta. Grazie!

domenica 6 marzo 2016

l'impossibile odissea de Il mistero del corvo nero, Jackson Libri.

Ciao, Internet!

Sono Senseless e gestisco questo lurido blog pieno di strafalcioni grammaticali e orrende esperienze videoludiche, ma nel profondo ci tengo a qualsiasi esperienza digitale e desidero preservare qualsiasi cosa che ritengo sia necessario ricordare.

Un buon esempio è Archive.org, il quale non solo sta immagazzinando dischi di riviste, ma anche giochi di vario tipo, anche fra i più dimenticati. E' un importante sforzo che val la pena fare. Anche i giochi più penosi sono il contribuito d'un gruppo legato per tanti motivi (Passione, moneygrabbing, professionalità generale) e sono come tanti mondi inesplorati.

I videogiochi sono arte? E' difficile da dire, quel che intendo dire è che vale la pena preservare, conservare, e ricordare questi software. Che siano brutti, belli, schifosi, fanno parlare e meritano d'essere descritti. Questo per chi può ricordarselo e per chi vorrà ricordarlo alle generazioni future.

Ora veniamo a noi.

L'Italia è una strana bestia, così come certe nazioni.

Nel mentre sul suolo americano anche i giochi più misconosciuti vengono salvati e tenuti in buon ricordo, faccio fatica a trovare giochi italiani al 100% che non siano mainstream. Sì, sono a conoscenza della Simulmondo, famosissima per i suoi titoli (e applausi siano!) senza dimenticare l'ancor attuale Artematica, Dynabyte, Dardari Bros, Milestone e 505. Ah, e pure Molleindustria visto che ci siamo.

Alcuni di questi sono ancora attivi ma pubblicano principalmente giochi per Mobile, tirando in effetti sul mercato forte. Niente critiche qui, mettere l'acqua dove il mulino produce più pane può essere una via giusta per tirare avanti la baracca.

Ma sto deragliando: cosa significa quel titolo più sopra?

Vedete, il punto è che ci sono stati anche giochi italiani che non sono mainstream, sono frutto d'una produzione nostrana ma d'entità non esattamente tale da aver raggiunto un attenzione che s'è dilungata nel tempo. Un esempio è Bianco Natale della TecnoArt, il quale ho trovato poco e niente a proposito.

Quindi non parlo di giochi creati in Click&Play e messi su internet, anche se un giorno ne farò incetta lo stesso...
Parlo di giochi pubblicati, ma dimenticati e non più conservati. Anche titoli per bambini.

Volendo il discorso ci porta ora ad un altro gioco, ovvero "Il mistero del corvo nero" pubblicato dalla Jackson Libri.

Credo che il gioco si lega alla serie "Fuzzy & Floppy", ma non ne sono certo. Vorrei proprio trovarne maggiori informazioni (forse dopo andrò alla ricerca di vecchie riviste...).

Il floppy era carino, senza dubbio: anni fa lo ficcai immediatamente nel lettore. Ma cosa trovai? Un file TBK impossibile da leggere. Anni dopo, durante i primi 2000, decido di salvarne il contenuto in un HD prima di perderlo per sempre (e credo che quel floppy sia andato perso, appunto!).

Non so in che stato era il floppy. Quel che so è che fino ad oggi non sono riuscito ad aprire il file. Questo sfuggente titolo, anche se si tratta d'un libro per bambini, continua ad essere troppo lontano.
Ho provato con Fileviewpro, forzando Adobe reader e passando anche ToolBook instructor. Non lo legge.
Ho provato a riparare il file stesso con il programma ma mi dice che devo aggiornarlo all'ultima versione, così vado ad aggiornarlo ma mi manda un messaggio d'errore.

Anni fa credo d'aver tentato anche di leggere il file con una vecchia, arcaica versione di Toolbook, su un VM con sopra montato Windows XP. Niente da fare.

Perciò, a questo punto alzo bandiera bianca: lascio a voi, a chiunque si ritrovi questa pagina, all'intera internet: chi vuole recuperare questo pezzo di software italiano si faccia pure avanti. Lo potete scaricare qui! 

Smontatelo, minate i suoi dati, recuperate il recuperabile: poi lo preserveremo.
Spero che in futuro troverò altri giochi da tener stretto, da un passato dove sono stati dimenticati!

2 commenti:

  1. ce l'avevo anche io!!! sei il primo che se lo ricorda oltre me e mia sorella!!!

    RispondiElimina
  2. E meno male! Magari un giorno ci sarà anche la possibilità di recuperarlo, questo pezzo di software xD

    RispondiElimina