Ehi! Non mi piace quello che scrivi!

Questo blog può contenere testi a tema DI SATIRA o di semplice CRITICA COSTRUTTIVA CON DELLE PROVE PALPABILI. Tutti quelli che hanno in bocca "diffamazione" possono stare fuori alla porta. Grazie!

sabato 26 dicembre 2015

Quel che ho avuto e che ho ora: Portatili e Asus ROG G751JY

Son passati un bel po' di giorni. Nel frattempo mi va di darvi il buon natale e naturalmente felice anno nuovo perché probabilmente non posterò prima della fine dell'anno, e forse neanche dopo (Insomma, a volte non posto per mesi).
Ma tralasciando questi discorsi, ho ritenuto necessario parlare del Notebook che ho ora: si tratta d'un PC che ancora vale sui suoi 1000, ma siccome solitamente parlo di quel che ho avuto (Come mettevo da titolo) ho pensato che è semplicemente poco appropriato parlare di qualcosa fra 5 o 10 anni quando si tratta di qualcosa di così...neutrale.

Non so se mi spiego.

Quando si parla della Ps1, si parla DELLA Ps1, anche se ci sono delle varianti il discorso è sempre quello. E' una cosa speciale, unica, a sé. Un PC? Beh...è un PC. Ma cosa ha dentro?

E' un bel mistero!

Vedrò d'essere breve. Quando si parla di PC portatili in fondo, ricordo bene quali ho avuto. Il primissimo non era mio, ma ogni tanto ci potevo giocare anche se lo schermo era completamente inadatto e schifoso. Parlo d'un vecchio Olivetti 286, quando i portatili erano assolutamente devastanti nel peso e NON avevano nessuna batteria. E lo schermo era veramente minuscolo. Ma lo si poteva portare in giro. Ma se non c'era nulla di meglio, ecco quello che mi veniva presentato.

Anni dopo, mi si presentò l'occasione di poter avere il mio personale portatile. Un Compaq con CPU Celeron 1000 ed una scheda video Trident da 8Mb. Qualcosa di niente male suppongo, perché è durato un bel po' prima di tirare le cuoia. E poi i giochi ci giravano sopra meravigliosamente. Quelli abbastanza vecchi, inteso.

Poi è stato il turno di cambiarlo con un nuovo bolide, ed ho preso un Asus. Ora non ricordo esattamente il modello, ma aveva una CPU AMD 2400/800+ (di quelli vecchio modello) e una scheda video ATI Sapphire 7000 series. Insomma, per me è stato un altro bel PC. E' durato i suoi 2-3 annetti, poi s'è letteralmente bruciato durante una partita di Dark Forces. Classy.


Surriscaldamento in piena regola.

Quando è stato il turno di prendere un nuovo notebook, ho ordito a prendere un Acer. Di nuovo, non ricordo il modello, ma sappiate che questo PC è ancora qui con me e funziona! Ha circa fra i 7-8 anni e ha una CPU Intel Centrino. Wooo, che sciccheria! Si da il caso che con questo PC ho fatto una piccola cavolata, perché ha come scheda video una Intel 4000. E qui verranno i brividi a tutti: si tratta d'una scheda video condivisa che sfrutta la potenza della CPU e la RAM per funzionare. Non equivochiamo troppo: l'Intel aggiorna questa serie di schede video in base alle proprie CPU, sono buone per il consumo della batteria e quando vogliono possono girare decentemente.

Si da il fatto che io delle volte non sopporto il decente. Anni fa era anche peggio. Così mi ritrovai con un PC che era robusto, nessuno rifiuterà mai che è un Notebook longevo, ma la scheda video peccava assai. Fortunatamente riuscii a farci girare TF2 e chissà cos'altro, ma la corda la mostrava sempre ogni volta. 

Così fu tempo di cambiare: spendiamo quasi 700 euro in un Notebook. Stavolta devo puntare in alto. E così punto di nuovo ad un Asus, con monitor da 17 pollici wide, 4Gb di RAM (aumentata ad 8 con la mia manina ed un banco in più), una CPU i5 e una scheda video ATI Radeon 6370M. Da 1Gb. Nel 2009.

Da dove devo iniziare...

Guardate, la metterò così: la scheda video era dedicata, ma non era esattamente della miglior classe. Era un mid-range d'ufficio. Consumi buoni, prestazioni elevate per qualsiasi cosa che riguardasse presentazioni, video e scritti graficamente pesanti. 
Ma per i giochi, maledizione. Per i giochi c'era ancora qualche problema. TF2 girava bene...per i primi due anni. Poi hanno iniziato ad inserire effetti ovunque, cappelli che volavano, e la scheda video era indietro di quattro secoli per questo. Ogni singolo gioco non poteva girare nemmeno a 30Fps, a meno che non modificavo enormemente le impostazioni, gli INI e dio solo sa cosa. 

Ma c'ho giocato con quel portatile. C'ho fatto video. C'ho navigato, c'ho pianto e c'ho riso. E' stato un meraviglioso compagno di viaggio, anche se pesante, ma un eccellente compare senza dubbio. Ho mai detto che le tastiere le distruggo poi? Sia l'Acer che l'Asus dopo un po' hanno avuto tastiere che non scrivevano, evidentemente perché consumo le membrane in una maniera assurda e sono fra quei componenti di cui si sceglie di mettere le cose più economiche in assoluto. 

Ma nonostante tutto, vuoi per la crisi, vuoi perché cambiare Notebook ogni 3 anni era un peso: questo qui non l'ho cambiato per 5 anni. 
Sono sicuro che fra di voi ci sarà qualcuno che mi sta urlando dietro un "E IL MIO NON LO CAMBIO DA 15 RAZZA DI VIZIATO FIGLIO DI UN CONIGLIO IN CALORE!" ma quando si è gamer, bisogna osservare l'evoluzione e tenersi aggiornati. Questo vale anche per chi è anche solo un po' fan della tecnologia, ma qui poi tutto s'estende agli smartphone, le console, e così via. 

Qui si parla di PC.
Ora parliamo DEL ROG.

BRUM BRUM.

CPU i7 4710HQ 2,50GHZ
RAM 16 GB a 1800 (compatibile con le 2133)
128GB SSD + HDD da 1TB 7200RPM
Scheda video Geforce 980M da 4GB + 5% di spinta aggiunta
E volendo aggiungere le caramelle: lettore raggioblu, doppia ventola, chassis integrale, schermo full HD, tasti dedicati allo streaming, steam e macros. A tal proposito la tastiera è illuminata. DI ROSSO.

Signori,
Questo non è un PC.
E' una bestia.

Va bene, vediamo di sgonfiarlo un po': ci sono Notebook migliori. Con doppia scheda video, e al giorno d'oggi pure con la stessa scheda video ma più equipaggiata di RAM (anche se la spinta non ce l'hanno, è pur sempre e solo il 5%). Mettendo da parte che il sistema SLI può soffrire di microstuttering e non è esattamente sempre stabilissima, il G751JY rimane comunque una bella macchina. 

Personalmente l'ho preso a 1200 euro quando costava ovunque 1500-1300. Ma la scelta che ho dovuto fare è stata per la versione italiana.

Perché intendo la versione italiana? Praticamente la versione US-US ha una SSD montata su PCI-Express, che è ENORMEMENTE più veloce del SATA. Il mio monta un SATA6. Questa è la principale differenza. 

Non illudetevi, ho indagato a fondo i modelli MSI, Alienware ed Asus. Il GT80 Titan della MSI è fantastico, ma il mio budget non poteva andare oltre una certa cifra. Inoltre: scheda video SLI. Volevo avere qualcosa di assolutamente stabile, ma potente. 

Così ho scelto questo Notebook. Sapete già che ne parlo bene, ma non è senza problemi.

Daglie!

Cominciamo con il problema più comune: le porte USB. Il G751JY ha dei GROSSI problemi alle porte USB 3.0. Staccano da sole mentre si sta trasferendo roba, semplicemente non mantengono contatto con l'HD o la Penna USB. Ho trovato la soluzione disabilitando un paio di cose in BIOS e disabilitando il risparmio energetico, ma ora mi ritrovo con porte 2.0. No biggie. Si può sopportare. C'è chi ha mandato in garanzia il proprio portatile per questo, ma ho preferito di no.

Almeno finché non ho avuto spegnimenti improvvisi. Il portatile ha avuto qualche problema elettrico, perché non sapeva gestire per qualche motivo il passaggio da alimentazione normale a quella a batteria in tempo. Per un bestione così, è possibile. Così ho reso il passaggio più morbido. Qualche aggiornamento di driver dopo, il problema è completamente sparito.

Game Fist. Oh, Asus Game Fist. Perché dovete inserire questi programmini inutili? Prima il "Radar" per far apparire i giocatori in giro per i match come fosse un bot, e poi siete passati con un programma che "forza" la scheda di rete in cose che non hanno testa o coda. Questo programma provocava dei "singhiozzi" nei giochi, passando da 30 FPS o 60 puliti a 1 FPS per un singolo secondo...ogni due secondi. Disinstallato questo schifo, ho risolto il problema.

Le ventole. Ecco, questo è normale guardate: è una doppia ventola. Una doppia grande ventola. Ciò significa che il portatile acchiappa molta polvere. Ciò significa che le ventole si rendono rumorose MOLTO in fretta. Richiede più manutenzione del dovuto.

Ed infine, ma questo è più un fattore di preferenza...provate a disattivare l'illuminazione e a scrivere sulla tastiera in penombra. E' tutto rosso scuro. Non si vede niente. Per fortuna scrivo al PC da quando ho tipo 5 anni, perciò riesco a fare tutto in maniera più che naturale. Ma mi sembra comunque fuori posto. 

E per il momento, questo è ciò che ho da dire su questo PC. Fantastico finora, ha un anno d'età e mi ha dato MOLTE soddisfazioni. Se siete perciò in dubbio se questo Notebook ne vale la pena o meno, considerate questi problemi. Probabilmente l'USB è già stato risolto, ma con chi tiene in magazzino vecchi modelli non si può mai sapere.

Buon natale e felice anno nuovo! Vi lascio qui un reminder di cosa parlerò la prossima volta:



Nessun commento:

Posta un commento