Ehi! Non mi piace quello che scrivi!

Questo blog può contenere testi a tema DI SATIRA o di semplice CRITICA COSTRUTTIVA CON DELLE PROVE PALPABILI. Tutti quelli che hanno in bocca "diffamazione" possono stare fuori alla porta. Grazie!

martedì 24 settembre 2013

Io ed i Videogiochi: Mass Effect 2

Sono ammalato. Il che è un male per me, ma un bene per voi. FORSE. Sì perché non posso muovermi da qui e quindi devo per forza occupare il tempo con qualcosa prima di tornare a lavorare, lamentarmi della crisi italiana e bestemmiare contro questo portatile che vuole sempre più accessori per lavorare sempre meno.
In una ormai lontana estate e dopo infiniti lamenti per non avere ancora il seguito, un mio amico arriva alla completa disperazione e mi tira dietro Mass Effect 2 comprato ai saldi estivi di Steam.

Ora veniamo al dunque: come mi è parso il gioco inizialmente?
Per essere il seguito, il mio portatile ha inizialmente preso bene le richieste grafiche. Era una delle cose che temevo di più (e che terrò sempre in mente per il terzo titolo) ed ho prontamente importato lo Shepard del primo Mass Effect.

---------OCCHIO AGLI SPOILERS DA QUI--------------

Per poi vedermelo crepare all'inizio.


Ora datemi il regalo del dubbio perché ho finito questo gioco mesi fa e quindi non ricordo ogni singolo dettaglio, del resto l'inizio mi ha preso parecchio di sorpresa. Insomma, ecco Shepard che inizia la sua battaglia contro i razziatori e NOOOOPE muore davanti i tuoi occhi. E' come quando perdi un giocattolo in giro e un bullo lo trova, tu gli chiedi di darti indietro il giocattolo e quello te lo getta dalla finestra che da giusto giusto vista ad un inceneritore.
(Ma dove cazzo abita? Non chiedetelo a me, sono ammalato!)
Fortunatamente per il nostro Shepardino, questo viene recuperato da Cerberus e viene ricostruito, riforgiato, potenziato e diventa REX COLT


*Mormora la musica di Blood Dragon*

No, non esattamente. Sì, gli ficcano qualcosa lì e qui (e da qualche altra parte per i feticisti) ma alla fine è qualcosa di estremamente subdolo. 
Una delle cose che mi ha dato un segno di piacere (o, per molti, varie incazzature) è che Mass Effect 2 sembra quasi un "ponte" fra il primo ed il terzo, una specie di interludio. Molte delle cose che ho visto e con il quale ho fatto esperienza rimangono aperte alla mente del giocatore. Oppure semplicemente chi ha scritto la storia non sapeva che farci ed ha messo misteri a destra e manca per ottenere un effetto nel quale sono pienamente cascato. 
Tuttavia è possibile vedere le conseguenze di ogni singola fottuta azione conclusa nel primo titolo attraverso vari messaggi o anche sequenze all'interno del gioco. Sono estremamente soddisfatto di questa funzione.
Ad un certo punto ho perfino cominciato a chiamare "Zio" l'uomo misterioso, perché quando non gli piaceva ciò che facevo mi tirava le orecchie come fosse un parente lontano. Ed io regolarmente lo mandavo a fanculo, come un nipote lontano. Giustamente.

"Niente gelato per te figliolo, hai sentito lo Zio?"

Le relazioni in questo gioco hanno un di che di...dubbio. Devo dire che ciò che sentivo nel primo titolo come amicizie e legami erano tutti pieni di Alti e Bassi. Ohi, va bene, Ashley l'ho fatta crepare e Kaidan sembra una statua che ha visitato una piazza piena di piccioni (Ovvero, ha un carattere di marmo) però per il resto sentivo come una certa genuinità nei caratteri.

Ora mi ritrovo con Garrus che fa tutto il ribelle e mette il broncio ogni due secondi e...beh questo è quanto si può dire per i vecchi compari che mi hanno dato un po' fastidio. 
Tali si salva, sempre. E' l'innocente ragazzina che si emoziona, ma con un forte senso della lealtà e dei suoi obiettivi. Un paio di volte mi è sembrata fuori carattere, ma è accettabile. 

Poi ok, generalmente mi sembra che tutti quanti hanno dei cacchio di problemi esistenziali a livello caratteriale. Perché mi hanno mandato a prendere gente con questi grilli per la testa, io dovrò ancora capirlo. 

No perché Jack è una ragazza superpotente ma che dentro di sé è complessata e ha bisogno di sfogare i suoi problemi con la violenza, Miranda è semplicemente un qualcosa che è meglio non descrivere per quanto la disprezzi, Grunt mi rompe il cazzo di finestrino interno della nave con una testata perché non sa a chi metterlo (letteralmente), Jacob ha problemi con il padre, Thane ha problemi con il figlio echeccazzoè, c'è posta per te?

No, caramba che sorpresa! 

Ma ho visto la cosa come un tema ricorrente, voi no? Miranda ha la sorella, Thane il figlio, Jacob il papà, mi pare di star vivendo in un gigantesco Fanfic con una marea di coincidenze assurde. Certo, per quel che riguarda queste missioni mi prendo il compito di lamentarmi per come non mi sembrano tanto specialistiche, anche se un paio di salvano perché devi fare qualcosa di differente alla volta (Come appunto quella di Thane dove devi ogni tanto blaterare che sta facendo il suo bersaglio, il che è una rottura di scatole). Il personaggio che più ho apprezzato di tutta la squadra (e che manco ho nominato fino ad ora) è Mordin. Non è il nome d'una merendina. Per quanto freddo e calcolatore è delle volte, lo trovo complicato da comprendere e ciò mi piace. 

Se complicata vogliamo anche descrivere la velocità con il quale parla, allora siamo a cavallo. 
Alla fin fine poi, con chi ho montato una relazione romantica? Ora diciamocelo, magari non è esattamente una scelta giusta accoppiarsi nel pieno d'una situazione di piena guerra dove si può morire il minuto dopo, ma ognuno ha le proprie vedute nell'ambito.

Ora la sorpresa: per un po' di tempo Jack e Tali si sono contese il posto per l'amore di Shepard. Jack e Tali. Due opposti. Jack in fondo in fondo mi piaceva perché aveva quel carattere da "Sono tosta perché devo esserlo sennò mi violano nell'anima" e aveva quel po' po' di ribelle che mi andava a simpatia.
Tali d'altro canto è comparabile con Fluttershy dei MLP, ma con un fucile a pompa in mano.

Vai a dire di no a Tali che sa usare un fucile a pompa.

Su, provaci.

Il fatto è che il suo carattere ha un di che di surreale, dato che è tanto carina, tanto sensibile, però se deve sparare in faccia a qualcuno con un fucile a pompa non c'è requirem. Inoltre prende la faccenda della sua famiglia piuttosto bene (Sì, anche lei, famiglia famiglia famiglia, ho capito Mass Effect. LA FAMIGLIA E' IMPPOTTANTTE) il che invece mi aspettavo il contrario. Si dimostra forte E sensibile, il che in questo miscuglio, non mi sembrava una persona vera.
Aspetta, NON è una persona vera!
E allora portiamocela a letto. SCATTARE!

Ed ora parliamo di qualche altro cosetta e della fine.
Diosanto la fine.

Ora non ho potuto giocare alle DLC perché Steam ha dei problemi con Mass Effect e le DLC che si porta dietro da Origin, del resto la mancanza delle esplorazioni su Mako ed il fatto che per ricercare risorse bisogna mandare sonde a muzzo mi ha deluso un pochino. Anche se poi mi ha drogato come non mai ed ho spolpato un casino di pianeti nel corso delle mie avventure.

Poi il finale.
La suspense è stata fenomenale, certo, anche se mi è parso tutto un gigantesco Gauntlet - cioè una specie di sopravvivenza fino all'ultimo, una corsa contro il tempo e tutto quanto, come lo era anche nel primo certo...ma qui c'era qualche differenza: la scelta di chi devi portarti appresso e chi deve portare l'altra squadra.
Per quanto sperassi che Miranda doveva crepare, non è successo.
E NON ERA LEALE.
semplicemente, non voleva crepare perché la odiavo.

Tutti vivi a parte l'equipaggio di contorno, vabbè, sostituiteli con altri personaggi di sottofondo e siamo a posto. Poi passo i punti impegnativi con armi che scaricano l'energia termica nelle cartucce, il che lo trovo accettabile (tanto nel primo mi mettevo in un punto, tenevo premuto il mouse e via, in questo almeno carichi quando serve)

E poi arrivo al boss finale.
Questa è stata un emozione miscelata perché il boss era così:



Un gigantesco robot a forma di Terminator.

Ora potete immaginare che il boss finale del primo era MOLTO meglio in confronto, ma non ho potuto non emozionarmi perché mi ricordava questo:


Già, Super Contra. 

Insomma, detto chiaro. Non è il miglior boss di tutti i tempi, non è nemmeno il miglior boss di Mass Effect per quel che ne so, ma dio bono mi è sembrato di trovarmi di nuovo in Contra, e stavolta in 3d. L'ho ammazzato con tutto il piacere possibile.
E poi ho regalato la base a Zio Misterioso, perché sennò niente gelato.

Comunque diciamocelo francamente: devo ancora vedere il terzo, ma forse, e dico forse, ME2 è attualmente l'anello debole qui. Non è migliore del primo, ma lo trovo ugualmente buono. Poi vi faccio sapere non appena avrò preso il terzo con la speranza che il portatile lo regga. Qualche colpetto di scenetta qui e là c'era, ma le arrampicate continuate di questo gioco non davano abbastanza forza al contesto.

Ohi, guardate che ore sono.
Devo tornare a prendere la medicina.

ADIOS!

lunedì 2 settembre 2013

E' tutta colpa di LEVEL UP! forse...

E mentre rilascio qualche aggiornamento su Youtube, mi sembra chiaro che il Blog non si è mosso più di tanto. Passato il mio compleanno, passati altri guai personali e finalmente passato anche il partnership con Tweaker, eccomi qui per dire una cosa:

HO SCRITTO UN EBOOK.

Sì.
L'ho fatto.
Io, l'autore di Digiphobia, ho senza alcun dubbio scritto un libro. Ora non preoccupatevi: non è un libro di racconti e romanzi e né parla d'un 14enne che vuole sempre stare al centro dell'attenzione. E' un libro dedicato a come si potenzia un PC e parla anche di videogiochi. Cosa si può amare di più d'un libro che sembra una rivista? Attualmente pubblicherò questo libro con cadenza mensile o bimestrale, perché almeno di quello ho più o meno il tempo.

E prima che me lo dimentico, lo trovate qui!

Stupidamente, nel frattempo ho giocato a Far Cry 3 (20 volte meglio del secondo) ed tanti altri giochi. Peccato che non sarò qui per parlarvene oggi, almeno non presto, ma ehi: ciò non significa che sono scomparso. TUTT'ALTRO! Anche perché Digiphobia Academy o quel che è o che era devo finirlo.
Yep.
Yep.
Yep.

A presto! si spera.