Ehi! Non mi piace quello che scrivi!

Questo blog può contenere testi a tema DI SATIRA o di semplice CRITICA COSTRUTTIVA CON DELLE PROVE PALPABILI. Tutti quelli che hanno in bocca "diffamazione" possono stare fuori alla porta. Grazie!

martedì 10 febbraio 2015

Io ed i Videogiochi: Street Rod

E partiamo con un altro post. Stavo un po' soppesando a che argomento tirare in ballo (sempre in tema videoludico) dato che non ho ancora voglia di parlare d'un paio di titoli che sto svolgendo in particolare sul canale...e così mi viene in mente la piccola, meravigliosa cosa che è stato Street Rod, un vecchio gioco che ha avuto un sacco di passamano per vari sviluppatori. 1989, insomma, non è che si può dire tanto per quell'anno...eccetto che questo è una sottospecie di Need For Speed "Underground e rotti" fine anni 80. Ennò, non vi sto prendendo per il culo. Quello lo faccio una volta ogni tanto, ma mai abbastanza da farmi tagliare le mani.
Questo, signori e signori, era Street Rod.

Quella bionda vuol farsi male.

Ci sono versioni naturalmente migliori ma io ho giocato a quella DOS, non meno d'un anno fa: ero influenzato, avevo trovato una bella collezione d'abandonware vario e c'ho dato un tiro. E da questo è uscito fuori un gioco un po' particolare, ambientato negli anni 60. Inizi con manco una macchina, ma quei pochi soldi per comprarne una usata. L'obiettivo finale? Cercare di diventare re della strada prima della fine delle vacanze estive. Sì, il gioco è un continuo conto alla rovescia e la cosa può diventare fastidiosa...del resto, molto apprezzabile per più motivi. Vi ho detto che sembra un NFS "underground" perché quello se ben ricordo è stato il primo titolo della stirpe "Guarda come vado sulla scia di fast & furious" prima di cambiare continuamente nome in qualcosa di diverso. Il fatto è che non solo comprate macchine e gareggiate, ma le modificate pure. Pezzo dopo pezzo. Non solo comprate motori, carburatori, cambi, ruote nuove ed altro...ma montate tutto voi.

Dunque...il bullone A va nel buco B...

Naturalmente sono poche, essenziali operazioni da fare. Il motore si può anche bilanciare per le marce. Ricordate: 1989. Al giorno d'oggi sembra una sciocchezza, ma davvero, per l'anno è qualcosa di unico. Del resto, potete anche rimuovere i paraurti (per alleggerire il veicolo) e rendere più sottile il tettuccio per migliorare l'aerodinamica. Ed è tutta una scelta che deve diventare essenziale, perché ogni operazione che fate richiede del tempo. Ad esempio rendere più sottile il tettuccio richiede quasi 10 giorni, se non di più. E voi avete qualche mese di tempo in totale.
Street Rod inoltre tiene regola della vostra reputazione, anche se non vi viene mai mostrata. La reputazione regola il come gli avversari vogliono accettare particolari sfide e, infine, aumenta la probabilità di far apparire l'attuale re della strada per sfidarlo. E' un sacco di numeri che in sottofondo circolano per determinare quanto culo c'avete sul momento, ma la cosa non è finita qui.
Ci sono varie sfide che potete affrontare, e questa include anche i Pink Slips, ovvero: chi vince ottiene la macchina dell'altro. Nessun denaro, palle sul tavolo: qui ci metti la macchina in ballo. 

Sempre che la macchina non viene distrutta.

In questo il gioco ha solo e solamente un percorso. La prima parte di questo percorso viene adottato per le sfide Drag, per vedere chi arriva primo al confine della città. Tutto il percorso viene preso invece per le corse fino ad un certo punto, ed è solitamente usato per Pink Slips o premi in denaro più grandi. Del resto però possiamo anche approcciare uno e gareggiare giusto per il gusto di farlo, senza denaro in ballo. Ogni volta che vinciamo otteniamo un po' di reputazione e ovviamente il premio. Prima o poi, arriverà il momento in cui il Re della strada arriverà senza nemmeno ascoltare la nostra voce ci sfiderà non appena cliccato. La sua auto però è sempre più veloce della nostra. SEMPRE. Non importa quanto ci provate eh, non si può battere King con la sola potenza motrice. Bisogna giocare di strategia ed in effetti questo gioco ha un po' di strategia da parte, ed è sfruttata nello spintonare gli avversari.

E diventare così partecipi d'un massacro.

Ricordate quando vi ho detto che si possono togliere i paraurti? Non fatelo. Servono per poter spintonare e far rallentare i vostri avversari, e loro faranno lo stesso se non lo fate voi. E' una strategia più che incoraggiata in questo gioco, e se togliete i paraurti fate un piccolo scambio con la vostra incolumità, magari puntando sul fatto che solo King non può essere battuto da una macchina ostentatamente veloce. Ci sono anche altri eventi a caso nel gioco, come la possibilità che potete venire acchiappati dalla polizia (Solo per pagare una multa e cancellare la gara) e se non fate attenzione, potete bruciare la frizione accelerando troppo mentre cambiate marcia. 
Insomma, oh, in definitiva? E' un simpatico giochetto, che forse sta anche bene così con il suo limite di tempo e tutto quanto. Dovete considerare sempre che ha un solo percorso. Le macchine sono tantine nella prima uscita, ed il gioco ha poi ottenuto un paio di espansioni (data disk) con il quale aggiungere auto anche molto vecchie (1932? Ammazza) nel mazzo.
Al giorno d'oggi è un Freeware (Street Rod SE) e si sta elaborando un seguito a dovere. Non si chiamerà Street Rod II, quello è già uscito tempo fa e forse un giorno ve ne parlerò.

Fino ad allora?  Guidate in modo prudente! said no one ever